Il pianeta che vorrei

In questa intervista (pdf) su Vivo Modena racconto un po’ di me, della meteorologia, e di come vorrei che andassero le cose in questo maltrattato pianeta:

 

Annunci

4 thoughts on “Il pianeta che vorrei

  1. Ciao Luca, a proposito di fonti di energie pulite e rinnovabili, hai sentito ultimamente la notizia che un ingegnere e un fisico italiani Rossi e Focardi avrebbero messo a punto un “reattore” o catalizzatore di energia come lo chiamano loro che sfrutta il famoso principio della fusione fredda per produrre energia totalmente pulita? Usano nickel e idrogeno per vaporizzare l’acqua, ecco i riferimenti:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Catalizzatore_di_energia_di_Rossi_e_Focardi
    è stato presentato pubblicamente e Gennaio di quest’anno e hanno fatto un esperimento a bologna.Hanno ripetuto 3 prove pubbliche con gli stessi risultati e cioè una produzione minima di 12KW di energia!
    Se fosse vero saremmo veramente alla svolta che l’umanità aspettava.
    Ovviamente la notizia da noi è passata in sordina, per non direi che non è passata proprio, ma in Grecia (dato che Focardi è molto amico di un fisico greco) è stata già avviata la produzione di questi “reattori” e dovrebbe essere realizzata una centrale da 1MW con questa tecnologia ad ottobre.
    Tu cosa ne pensi? oppure voi che avete magari sentito o visto i video cosa ne pensate?

  2. ciao e scusa il ritardo nella risposta
    avevo letto qualcosa, sinceramente non so molto ma ho molti dubbi sia veramente una trovata rivoluzionaria.
    non mi stupiscono nemmeno sia passata in sordina, da un lato le grandi invenzioni sfaticano sempre a sfondare dall’altro della fusione fredda se ne parla da molti anni, ma non illudiamoci: non sostituirà il petrolio. il motivo è semplice: con questo metodo, semmai funzioni, puoi produrre energia elettrica, che è solo un terzo dell’energia primaria.
    Trasporti e calore (pensa a fonderie, manifatturiero ecc) difficilmente possono fare a meno di petrolio e suoi derivati e in parte, vedi acciaierie,, ahinoi, carbone.
    peraltro, dal petrolio si ricavano anche tantissime sostanze chimiche, fertilizzanti, farmaci, plastica, biomedicale, vernici, solventi… e questi non li sostituisci certo con la fusione fredda.
    ti dico questo non per smontare ogni cosa ma per comprendere come i problemi sono molto più complicati e ampi di ciò che ci sembra.

    grazie comunque della segnalazione, provo ad approfondire

    • Be certamente non è che con solo quello risolvi tutti i problemi dell’umanità: siamo stati in grado di complicarci per bene l’esistenza 😉
      ma se pensi a produrre l’elettricità, quindi centrali pulite, che poi portano all’autotrazione pulita, se si va verso l’autotrazione elettrica, e il riscaldamento sempre pulito…diciamo che sarebbe un buon inizio 😉
      Io ci spero molto, anche perché se fosse tutto vero sarebbe probabilmente una tecnologia che potrebbe essere enormemente sviluppata

      • Comunque se ancora nessuno ha smentito la notizia o dimostrato che è una bufala…mi sa che stavolta potrebbe essere tutto vero. è di pochi giorni la notizia che fisici svedesi che hanno assistito all’esperimento hanno confermato che si tratterebbe di una reazione atomica a bassa energia. Le leggi della fisica attuali la definiscono impossibile, eppure è una realtà, come sarà una realtà la centrale greca ad ottobre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...