Referendum, le mie ragioni del SI

Referendum, le mie ragioni del SI

 

 

Sappiamo che la tecnologia basata sui combustibili fossili, molto inquinanti – specie il carbone, ma anche il petrolio e, in misura minore, il gas –, deve essere sostituita progressivamente e senza indugio

Papa Francesco, Laudato Si

 

Il 17 aprile 2016 si vota: un referendum “abrogativo” chiesto e promosso da 9 regioni (fra cui, spiace constatarlo, non vi è l’Emilia Romagna che riguarda, l’abrogazione degli articoli della legge di stabilità (ex finanziaria) che prevedono la proroga automatica a alla scadenza inizialmente prevista delle concessioni di estrazione di gas e in misura minore di petrolio delle piattaforme marine poste entro 12 miglia dalla costa.

Apparentemente sembra una questione   tecnica e su numeri molto marginali, 1-2% dei consumi nazionali. Sempre apparentemente, si potrebbe pensare “ma se non lo estraiamo, questa quota di gas e petrolio dovremo estrarla.

In realtà, come avvenne per il nucleare, è in gioco ben di più, ed è per questo che, come già avrete visto, sono decisamente favorevole a votare SI per dire NO ai combustibili fossili e SI alle rinnovabili. Ma anche, sia ben chiaro, a una massiccia cura di dimagrimento energetico.

Perché senza ridurre, tramite efficienza ma anche decrescita energetica, i nostri assurdi ed enormi consumi nemmeno con le rinnovabili, su cui dobbiamo puntare tutto nel futuro, e diffonderle a tappeto, senza se e senza ma e soprattutto, qui, senza NO.

Le mie ragioni del voto SI al referendum sono sostanzialmente quelle già espresse nei post e prese di posizione di ASPO Italia e del blog Climalteranti, entrambe  ben documentate da ragioni scientifiche più che ambientali.

Principalmente, per me il motivo principale per votare SI è nel fatto che, in base all’accordo di Parigi, dobbiamo, in pratica, ridurre a zero le emissioni serra e questo ovviamente significa lasciare sotto terra nel più breve tempo possibile i combustibili fossili.

 

è diventato urgente e impellente lo sviluppo di politiche affinché nei prossimi anni l’emissione di anidride carbonica e di altri gas altamente inquinanti si riduca drasticamente

Papa Francesco, Laudato Si

 

Per arrivare a questo, e non sarà affatto facile, occorre anzitutto NON cercare nuovo petrolio, carbone e gas nonché terminare in fretta di usare ed estrarre quel che già si usa. Entrambi obiettivi che corrispondono, in pratica, al quesito referendario.

Ovviamente, quello a cui si rinuncia, l’1-2% dei consumi, NON deve essere rimpiazzato da importazioni ma da diffusione delle rinnovabili e dal calo dell’uso dei combustibili fossili. Personalmente ho già fatto ridotto drasticamente i miei consumi ed emissioni grazie al mio impianto fotovoltaico , ad alcuni accorgimenti nei consumi per il riscaldamento domestico, che peraltro ho già spento da prima di Pasqua, alla bicicletta e all’auto ibrida, ma sono ben conscio che, anche a me, manca molto per l’obiettivo emissioni nette zero. Però iniziamo, ed è necessario!

Invito dunque ad andare a votare, anche per onore e rispetto alla Costituzione e a chi la ha scritta e voluta, comunque la pensiate andate a votare, e ad andarci a piedi o in bicicletta.

Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico.

art.48 Costituzione della Repubblica Italiana

Votiamo dunque SI e da subito dimostriamo noi per primi che possiamo rinunciare a questo 1-2% di petrolio, carbone e gas e anche ben di più, vivendo bene e vivendo anche meglio.

Luca Lombroso

l’idea di una crescita infinita o illimitata, che ha tanto entusiasmato gli economisti, i teorici della finanza e della tecnologia. Ciò suppone la menzogna circa la disponibilità infinita dei beni del pianeta, che conduce a “spremerlo” fino al limite e oltre il limite

Papa Francesco, Laudato Si

Diapositiva1

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...