Autocandidatura per la nomina del rappresentante del Comune di Modena nel CdA di HERA S.p.A.

Ho pensato di fare cosa utile alla mia città e comunità mettendo a disposizione la mia professionalità ed esperienza per la nomina, da parte del Sindaco del Comune di Modena, di un componente da includere nella lista di maggioranza per la nomina del Consiglio di Amministrazione della società HERA S.p.A.

La mia è una autocandidatura libera, che nasce dalla mia volontà e da alcune firme che ho raccolto e che hanno liberamente ritenuto, e ringrazio, di sostenermi.

Ove nominato, intendo portare avanti alcuni punti innovativi e per me prioritari per le problematiche energetiche e ambientali, che ritengo porteranno, nel medio e lungo termine, beneficio sia alla società e che  utenti di Hera S.p.A. e, più in generale, a tutti i cittadini e agli Enti Locali, e cioè

 

  1. riduzione delle emissioni, dirette ed indirette, di gas serra in linea con l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici
  2. investimenti su fonti energetiche rinnovabili, coinvolgendo le comunità locali nelle scelte e gestioni degli impianti
  3. Progressivo disinvestimento dai combustibili fossili, in linea con l’enciclica Laudato Si e con la campagna internazionale di disinvestimento lanciata da vari enti e associazioni, cattolici e laici.
  4. Azioni per la promozione, in ordine di priorità, della riduzione di produzione di rifiuti alla fonte, di riutilizzo e di riciclaggio
  5. Acqua: gestione partecipata e condivisa con le comunità, in linea con i risultati del referendum del 2011

 

Con questa decisione ho così pensato di fornire il mio contributo pratico, fattivo e collaborativo per portare avanti le tematiche di cui da tempo parlo nei miei libri, nelle conferenze divulgative e negli interventi pubblici radiotelevisivi, migliorando contemporaneamente i servizi e che Hera SpA fornisce ai cittadini e ai suoi utenti e clienti.

In particolare può apparire strano parlare, per una società che si occupa di energia, di disinvestimento dai combustibili fossili, ma oltre alle ragioni ambientali ed etiche è ormai sempre più evidente che anche dal punto di vista economico i combustibili fossili stanno segnando il passo a favore delle fonti rinnovabili.

Hera SpA, ho notato con piacere, ha peraltro già preso impegni volontari “subnazionali” nell’ambito dell’Accordo di Parigi sul Clima, nell’apposita piattaforma “NAZCA” dell’UNFCCC (http://climateaction.unfccc.int/) , impegni di riduzione dei gas serra, che proporrò di rendere ancora più ambiziosi, in coerenza con gli obiettivi a lungo termine di COP 21 di arrivare ad emissioni nette zero” entro la seconda metà del XXI secolo.

Mi impegno a portare avanti, nel caso sia nominato, il mandato con serietà, professionalità e trasparenza.

 

 

Luca Lombroso

Annunci