audizione in Consiglio Comunale su nomine Hera

Modena, 8 marzo 2017

AUDIZIONE dei candidati alla designazione di componente del Consiglio di amministrazione di HERA SpA: il mio intervento

Gentilissimo Signor Sindaco, gentilissimi consiglieri, mi fa piacere essere stato invitato a questo incontro, perché mi offre l’occasione per presentarmi.

Sono Luca Lombroso, lavoro part time al Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari’ dell’Università di Modena e Reggio Emilia dove gestisco lo storico Osservatorio Geofisico e svolgo anche, da oltre 10 anni, attività di libero professionista come meteorologo e divulgatore ambientale.
Da diversi anni mi occupo, oltre che di meteorologia e di previsioni del tempo, di cambiamenti climatici, ambiente, energia e sostenibilità.
Ho avuto modo di interagire sia con la cittadinanza, sia con le pubblici amministrazioni e, soprattutto, grazie alla partecipazione alle Conferenze sul clima delle Nazioni Unite, di vedere le azioni concrete che varie realtà, nazionali e locali, ma anche imprese e compagnie energetiche, stanno attuando per un futuro migliore per tutti.

Ho così pensato di rendermi utile concretamente, mettendo a disposizione la mia professionalità ed esperienza attraverso la mia autocandidatura per la designazione, da parte del Sindaco di Modena, di un componente da includere nella lista di maggioranza per la nomina del Consiglio di Amministrazione della società HERA S.p.A da parte del Comune di Modena.
E’ con la volontà di pormi con uno spirito di “lavora con” e non “contro” che mi candido e che metto a disposizione della città, dell’amministrazione locale e della comunità modenese e non solo di quella modenese la mia esperienza e professionalità nell’ambiente e nell’energia.
Va da sé che, ove nominato, mi impegno a portare avanti il mandato con serietà, professionalità e trasparenza.
Ho presentato la mia autocandidatura in modo autonomo, raccogliendo le firme di sostegno necessarie, come previsto dal bando pubblico del Comune di Modena.
Ad esse si sono poi aggiunte oltre 1.000 firme “virtuali” di sostenitori.
Un ringraziamento dunque va a chi mi ha sostenuto e incoraggiato in questa che per me è una nuova esperienza che, come ho già detto, vuole essere collaborativa.

Una multi utility come Hera non può a mio avviso prescindere, dall’includere, anche nel suo Consiglio di Amministrazione, competenze ed esperienze ambientali, oltre ovviamente a quelle economiche e politiche.

Per questo motivo ove nominato, intendo portare avanti alcuni punti innovativi per le problematiche energetiche e ambientali, che ritengo porteranno, nel medio e lungo termine, beneficio sia alla società e che utenti di Hera S.p.A. e, più in generale, a tutti i cittadini e agli Enti Locali:

1. investimenti nella manutenzione e nel rinnovo delle reti e infrastrutture di distribuzione
2. riduzione delle emissioni, dirette ed indirette, di gas serra in linea con l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici
3. investimenti su fonti energetiche rinnovabili, coinvolgendo le comunità locali nelle scelte e gestioni degli impianti
4. progressivo disinvestimento dai combustibili fossili, in linea con l’enciclica Laudato Si e con la campagna internazionale di disinvestimento lanciata da vari enti e associazioni, cattolici e laici.
5. azioni per la promozione, in ordine di priorità, della riduzione di produzione di rifiuti alla fonte, di riutilizzo e di riciclaggio
6. acqua: gestione partecipata e condivisa con le comunità, in linea con i risultati del referendum del 2011

In particolare consentitemi un breve approfondimento sul “disinvestimento dai combustibili fossili”, una cosa che può apparire contradditoria per una società come Hera che si occupa di energia e di distribuzione di gas.
L’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, ratificato da oltre 150 paesi, Italia inclusa, ha come obiettivo contenere l’aumento delle temperature globali entro i 2°C rispetto all’era preindustriale. Fra le azioni indicate dall’accordo stesso vi è arrivare ad “emissioni nette zero” entro la seconda metà del secolo in corso. Questo in sostanza significa “decarbonizzazione” della nostra società.
Hera SpA ha peraltro già preso impegni volontari “subnazionali” nell’ambito dell’Accordo di Parigi sul Clima, nell’apposita piattaforma “NAZCA” dell’UNFCCC (http://climateaction.unfccc.int/) , impegni di riduzione dei gas serra, che proporrò di rendere ancora più ambiziosi, in coerenza con gli obiettivi a lungo termine di COP 21.
Ma occorre andare oltre, pensare insieme, alla transizione, a un mondo post combustibili fossili. Oltre alle ragioni ambientali ed etiche, è ormai sempre più evidente che, anche dal punto di vista economico, i combustibili fossili stanno segnando il passo a favore delle fonti rinnovabili.
E in questa, che è una vera e proprio transizione, è importate partire per primi, perché questo, ritengo, porterà a medio e lungo termine vantaggi per tutti: alla società Hera, agli enti locali e agli azionisti e, naturalmente, anche ai cittadini e agli utenti di Hera, che per me rappresentano il vero obiettivo e il vero riferimento per il mio eventuale mandato.

E’ dunque con questo spirito che mi candido e che metto a disposizione della città, dell’amministrazione locale e della comunità modenese e non solo, la mia esperienza e professionalità nell’ambiente e nell’energia.

Ringrazio dell’attenzione e saluto, restando a disposizione del Sindaco e dei Consiglieri per eventuali domande o chiarimenti su quanto esposto

Luca Lombroso

Annunci

2 thoughts on “audizione in Consiglio Comunale su nomine Hera

  1. In bocca al lupo! Sarebbe bellissimo se una società di distribuzione del gas facesse un ‘offerta semplice, “chiavi in mano”, con piccole rate sulla bolletta, per installare solare termico e/o pompe di calore. non mi risulta ci sia nessuno che lo fa, di sicuro cambierei gestore del gas domani mattina.

  2. Mi auguro possa fare parte del consiglio direttivo di Hera e dare un vero impulso ambientalista sulle strategie future che la società dovrà comunque necessariamente intraprendere prima che i danni ambientali che già da troppo protratti nel tempo ricadano sulla intera collettività del nostro martoriato territorio, con ricadute allararmanti in una prospettiva di futura qualità della vita con particolare riguardo alle generazioni future. Forza! Forza! Forza! Assalti la nave e cambi la rotta, Lei ha tutte le credenziali per essere il comandante. Renzo Magnani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...