audizione in Consiglio Comunale su nomine Hera

audizione in Consiglio Comunale su nomine Hera

Modena, 8 marzo 2017

AUDIZIONE dei candidati alla designazione di componente del Consiglio di amministrazione di HERA SpA: il mio intervento

Gentilissimo Signor Sindaco, gentilissimi consiglieri, mi fa piacere essere stato invitato a questo incontro, perché mi offre l’occasione per presentarmi.

Sono Luca Lombroso, lavoro part time al Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari’ dell’Università di Modena e Reggio Emilia dove gestisco lo storico Osservatorio Geofisico e svolgo anche, da oltre 10 anni, attività di libero professionista come meteorologo e divulgatore ambientale.
Da diversi anni mi occupo, oltre che di meteorologia e di previsioni del tempo, di cambiamenti climatici, ambiente, energia e sostenibilità.
Ho avuto modo di interagire sia con la cittadinanza, sia con le pubblici amministrazioni e, soprattutto, grazie alla partecipazione alle Conferenze sul clima delle Nazioni Unite, di vedere le azioni concrete che varie realtà, nazionali e locali, ma anche imprese e compagnie energetiche, stanno attuando per un futuro migliore per tutti.

Ho così pensato di rendermi utile concretamente, mettendo a disposizione la mia professionalità ed esperienza attraverso la mia autocandidatura per la designazione, da parte del Sindaco di Modena, di un componente da includere nella lista di maggioranza per la nomina del Consiglio di Amministrazione della società HERA S.p.A da parte del Comune di Modena.
E’ con la volontà di pormi con uno spirito di “lavora con” e non “contro” che mi candido e che metto a disposizione della città, dell’amministrazione locale e della comunità modenese e non solo di quella modenese la mia esperienza e professionalità nell’ambiente e nell’energia.
Va da sé che, ove nominato, mi impegno a portare avanti il mandato con serietà, professionalità e trasparenza.
Ho presentato la mia autocandidatura in modo autonomo, raccogliendo le firme di sostegno necessarie, come previsto dal bando pubblico del Comune di Modena.
Ad esse si sono poi aggiunte oltre 1.000 firme “virtuali” di sostenitori.
Un ringraziamento dunque va a chi mi ha sostenuto e incoraggiato in questa che per me è una nuova esperienza che, come ho già detto, vuole essere collaborativa.

Una multi utility come Hera non può a mio avviso prescindere, dall’includere, anche nel suo Consiglio di Amministrazione, competenze ed esperienze ambientali, oltre ovviamente a quelle economiche e politiche.

Per questo motivo ove nominato, intendo portare avanti alcuni punti innovativi per le problematiche energetiche e ambientali, che ritengo porteranno, nel medio e lungo termine, beneficio sia alla società e che utenti di Hera S.p.A. e, più in generale, a tutti i cittadini e agli Enti Locali:

1. investimenti nella manutenzione e nel rinnovo delle reti e infrastrutture di distribuzione
2. riduzione delle emissioni, dirette ed indirette, di gas serra in linea con l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici
3. investimenti su fonti energetiche rinnovabili, coinvolgendo le comunità locali nelle scelte e gestioni degli impianti
4. progressivo disinvestimento dai combustibili fossili, in linea con l’enciclica Laudato Si e con la campagna internazionale di disinvestimento lanciata da vari enti e associazioni, cattolici e laici.
5. azioni per la promozione, in ordine di priorità, della riduzione di produzione di rifiuti alla fonte, di riutilizzo e di riciclaggio
6. acqua: gestione partecipata e condivisa con le comunità, in linea con i risultati del referendum del 2011

In particolare consentitemi un breve approfondimento sul “disinvestimento dai combustibili fossili”, una cosa che può apparire contradditoria per una società come Hera che si occupa di energia e di distribuzione di gas.
L’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, ratificato da oltre 150 paesi, Italia inclusa, ha come obiettivo contenere l’aumento delle temperature globali entro i 2°C rispetto all’era preindustriale. Fra le azioni indicate dall’accordo stesso vi è arrivare ad “emissioni nette zero” entro la seconda metà del secolo in corso. Questo in sostanza significa “decarbonizzazione” della nostra società.
Hera SpA ha peraltro già preso impegni volontari “subnazionali” nell’ambito dell’Accordo di Parigi sul Clima, nell’apposita piattaforma “NAZCA” dell’UNFCCC (http://climateaction.unfccc.int/) , impegni di riduzione dei gas serra, che proporrò di rendere ancora più ambiziosi, in coerenza con gli obiettivi a lungo termine di COP 21.
Ma occorre andare oltre, pensare insieme, alla transizione, a un mondo post combustibili fossili. Oltre alle ragioni ambientali ed etiche, è ormai sempre più evidente che, anche dal punto di vista economico, i combustibili fossili stanno segnando il passo a favore delle fonti rinnovabili.
E in questa, che è una vera e proprio transizione, è importate partire per primi, perché questo, ritengo, porterà a medio e lungo termine vantaggi per tutti: alla società Hera, agli enti locali e agli azionisti e, naturalmente, anche ai cittadini e agli utenti di Hera, che per me rappresentano il vero obiettivo e il vero riferimento per il mio eventuale mandato.

E’ dunque con questo spirito che mi candido e che metto a disposizione della città, dell’amministrazione locale e della comunità modenese e non solo, la mia esperienza e professionalità nell’ambiente e nell’energia.

Ringrazio dell’attenzione e saluto, restando a disposizione del Sindaco e dei Consiglieri per eventuali domande o chiarimenti su quanto esposto

Luca Lombroso

Autocandidatura per la nomina del rappresentante del Comune di Modena nel CdA di HERA S.p.A.

Ho pensato di fare cosa utile alla mia città e comunità mettendo a disposizione la mia professionalità ed esperienza per la nomina, da parte del Sindaco del Comune di Modena, di un componente da includere nella lista di maggioranza per la nomina del Consiglio di Amministrazione della società HERA S.p.A.

La mia è una autocandidatura libera, che nasce dalla mia volontà e da alcune firme che ho raccolto e che hanno liberamente ritenuto, e ringrazio, di sostenermi.

Ove nominato, intendo portare avanti alcuni punti innovativi e per me prioritari per le problematiche energetiche e ambientali, che ritengo porteranno, nel medio e lungo termine, beneficio sia alla società e che  utenti di Hera S.p.A. e, più in generale, a tutti i cittadini e agli Enti Locali, e cioè

 

  1. riduzione delle emissioni, dirette ed indirette, di gas serra in linea con l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici
  2. investimenti su fonti energetiche rinnovabili, coinvolgendo le comunità locali nelle scelte e gestioni degli impianti
  3. Progressivo disinvestimento dai combustibili fossili, in linea con l’enciclica Laudato Si e con la campagna internazionale di disinvestimento lanciata da vari enti e associazioni, cattolici e laici.
  4. Azioni per la promozione, in ordine di priorità, della riduzione di produzione di rifiuti alla fonte, di riutilizzo e di riciclaggio
  5. Acqua: gestione partecipata e condivisa con le comunità, in linea con i risultati del referendum del 2011

 

Con questa decisione ho così pensato di fornire il mio contributo pratico, fattivo e collaborativo per portare avanti le tematiche di cui da tempo parlo nei miei libri, nelle conferenze divulgative e negli interventi pubblici radiotelevisivi, migliorando contemporaneamente i servizi e che Hera SpA fornisce ai cittadini e ai suoi utenti e clienti.

In particolare può apparire strano parlare, per una società che si occupa di energia, di disinvestimento dai combustibili fossili, ma oltre alle ragioni ambientali ed etiche è ormai sempre più evidente che anche dal punto di vista economico i combustibili fossili stanno segnando il passo a favore delle fonti rinnovabili.

Hera SpA, ho notato con piacere, ha peraltro già preso impegni volontari “subnazionali” nell’ambito dell’Accordo di Parigi sul Clima, nell’apposita piattaforma “NAZCA” dell’UNFCCC (http://climateaction.unfccc.int/) , impegni di riduzione dei gas serra, che proporrò di rendere ancora più ambiziosi, in coerenza con gli obiettivi a lungo termine di COP 21 di arrivare ad emissioni nette zero” entro la seconda metà del XXI secolo.

Mi impegno a portare avanti, nel caso sia nominato, il mandato con serietà, professionalità e trasparenza.

 

 

Luca Lombroso

Bollettino Costa Rica 16/11/2016

Bollettino Costa Rica 16/11/2016

Osservazioni locali

Nella notte pioggia, a tratti moderata-forte, tanto che all’alba, con la pioggia, la natura appariva sonnecchiante, meno rumorosa del solito, salvo qualche cinguettio e le urla delle scimmie urlatrici. All Alba cielo coperto per strati e nembostrati, foschia e leggera nebbia sulla foresta, temperatura circa 20ºC con umidità prossima alla saturazione.

In mattinata schiarite, con sole a tratti alternato a passaggi di stratocumuli, piuttosto afoso.

Situazione sinottica tropicale

Permane la presenza di una zona di bassa pressione nel mar dei Caraibi poco a largo di Costa Rica e panama, e la ICTZ ancora sul nord del Costa Rica, con convergenza fra gli alisei che portano aria umida instabile su molte zone del Costa Rica. 

La blanda depressione caraibica resta attiva e potrebbe evolvere nei prossimi 3/5 giorni in un sistema tropicale (depressione o tempesta tropicale), sebbene ormai sarebbe fine stagione uragani.

Essa mantiene comunque nubi e umidità sulla costa caraibica e altopiani centrali, ed anche sul centro sud Pacifico di Costa Rica

Meno instabile invece nella penisola di Nicoya, seppure a tratti con presenza di brevi acquazzoni. Il modello WRF del IMN indica una accentuazione dell’instabilità sulla penisola di Nicoya nell’odierna giornata fra il pomeriggio e la sera 
Previsioni

Tempo instabile, con sole tropicale alternato a nubi, nel pomeriggio e in serata sulla stazione Meteoclimatica biologica Italia Costa Rica probabili acquazzoni tropicali anche intensi accompagnati da attività temporalesca 

Domani cala l’instabilità con maggior prevalenza di sole e ancora, al solito, possibili un paio di brevi acquazzoni pomeridiani ma principalmente meno frequenti e intensi di oggi 

Nei giorni seguenti variabilità tropicale, caldo umido con qualche acquazzone pomeridiano 

Bollettino meteo Karen Costa Rica del 15/11/2016


Introduzione
La spedizione del progetto climbio sta entrando nel vivo. 

Ieri il gruppo, coordinato dal prof. Dario Sonetti e composto oltre che dal sottoscritto da Matteo dal Zotto e giuseppe Romeo, è salito alla riserva Karen Mogensen, una passeggiata per me faticosa, più per il caldo che per le difficoltà, ma molto bella, fra numerosi guadi del fiume, al secondo gli scarponi erano già pieni di acqua perché lo ho immersi in pieno, qualche tratto con una corda fissa per aiutarsi è una lunga scalinata finale. Nel mezzo, la visita alla stupenda Cascata Velo de Novia (velo di sposa).

Oggi, iniziano le operazioni che mi riguardano, ovvero l’installazione e la configurazione di una stazione meteo (donazione Meteosystem srl) e una webcam alla stazione Meteoclimatica  e biologica “Italia Costa Rica” qui nella riserva Karen Mogensen.

Nel frattempo, dall’osservazione c’è molto da imparare della meteorologia tropicale, assai diversa. Da quella delle medie latitudini, provo perciò a stilare, sperimentalmente, un bollettino meteo.
Situazione meteo 

Questa mattina all’alba il cielo era velato da umidità sollevata sopra il canopy forestale, ora, ore 02:38 UTC (9:38 ora del Costa Rica ) cielo prevalentemente soleggiato con presenza di alcuni cumuli e, a distanza, a Sw della stazione, un cumulo congesto. Vento debole con qualche breve rinforzo presumibilmente dovuto a piccole termiche.

Pochi insetti, tutto sommato zanzare quasi assenti, evidentemente sono tutte a Modena, ma molte farfalle e un colibrì che all’alba ronzava attorno alla mia amaca.

Una grande farfalla succhia il sudore dal cappello di Matteo, appeso a una corda stendi panni. Grandi urla delle scimmie urlatrici fino a poco fa e soprattutto nella notte, ora sono invece più calme.

Qui a fianco, stanno invece lavorando sodo per smontare il tetto di una cabana per cercare un boa che si aggira da queste parti.

La nostra stazione meteo è in fase di installazione, indicativamente la temperatura minima è stata di 22ºC con umidità prossima al 95%, alle ore 10 presso il lodge Cerro Escondido 

La situazione sinottica (fonte IMN Costa Rica e NHC) vede ancora l’azione della ICTZ ( zona di interconvergenza tropicale) che si è portata temporaneamente a nord pur nel periodo di fine stagione delle piogge.

Alle 12 locali (06 UTC ) presso la stazione Meteoclimatica e biologica il termometro segnava 32ºC con umidità 60%, mentre ora, 13:20, è in corso un rovescio di pioggia moderato, ma con presenza di raggi di sole fra la foresta. 

Situazione sinottica tropicale e previsioni 

Una zona convettiva con forti temporali è presente sul mar dei Caraibi, a ovest della costa caraibica del Costa Rica, e secondo NHC NOAA potrebbe sviluppare nelle prossime ore un sistema tropicale (20% di possibilità a 48 ore e 80%) a 5 giorni)

Il modello Wrf indica attività conventiva a prevalente ciclo diurno su alcune zone di Costa Rica, specie zona nord e caribe nonché centro e sud Pacifico (da 30 a 60 mm in 3-6 ore)

Nella zona della riserva Karen i modelli indicano invece piogge quasi assenti, ma qualche rovescio nelle ore più calde della giornata non è da escludere, come sta avvenendo appunto ora, in genere qui sulla stazione Karen di breve durata

Una maggior possibilità di pioggia viene indicata invece per il giorno 18, soprattutto nelle ore pomeridiane. Sarà comunque un episodio temporaneo, perché ormai la stagione piogge si va concludendo.

Poco da segnalare per temperature e venti.
Dalla stazione Karen per oggi è tutto 
Pura vida! 
Luca Lombroso

Tecnico meteorologo certificato
Dief Unimore e Foreste per sempre Gev Modena

Referendum, le mie ragioni del SI

Referendum, le mie ragioni del SI

Referendum, le mie ragioni del SI

 

 

Sappiamo che la tecnologia basata sui combustibili fossili, molto inquinanti – specie il carbone, ma anche il petrolio e, in misura minore, il gas –, deve essere sostituita progressivamente e senza indugio

Papa Francesco, Laudato Si

 

Il 17 aprile 2016 si vota: un referendum “abrogativo” chiesto e promosso da 9 regioni (fra cui, spiace constatarlo, non vi è l’Emilia Romagna che riguarda, l’abrogazione degli articoli della legge di stabilità (ex finanziaria) che prevedono la proroga automatica a alla scadenza inizialmente prevista delle concessioni di estrazione di gas e in misura minore di petrolio delle piattaforme marine poste entro 12 miglia dalla costa.

Apparentemente sembra una questione   tecnica e su numeri molto marginali, 1-2% dei consumi nazionali. Sempre apparentemente, si potrebbe pensare “ma se non lo estraiamo, questa quota di gas e petrolio dovremo estrarla.

In realtà, come avvenne per il nucleare, è in gioco ben di più, ed è per questo che, come già avrete visto, sono decisamente favorevole a votare SI per dire NO ai combustibili fossili e SI alle rinnovabili. Ma anche, sia ben chiaro, a una massiccia cura di dimagrimento energetico.

Perché senza ridurre, tramite efficienza ma anche decrescita energetica, i nostri assurdi ed enormi consumi nemmeno con le rinnovabili, su cui dobbiamo puntare tutto nel futuro, e diffonderle a tappeto, senza se e senza ma e soprattutto, qui, senza NO.

Le mie ragioni del voto SI al referendum sono sostanzialmente quelle già espresse nei post e prese di posizione di ASPO Italia e del blog Climalteranti, entrambe  ben documentate da ragioni scientifiche più che ambientali.

Principalmente, per me il motivo principale per votare SI è nel fatto che, in base all’accordo di Parigi, dobbiamo, in pratica, ridurre a zero le emissioni serra e questo ovviamente significa lasciare sotto terra nel più breve tempo possibile i combustibili fossili.

 

è diventato urgente e impellente lo sviluppo di politiche affinché nei prossimi anni l’emissione di anidride carbonica e di altri gas altamente inquinanti si riduca drasticamente

Papa Francesco, Laudato Si

 

Per arrivare a questo, e non sarà affatto facile, occorre anzitutto NON cercare nuovo petrolio, carbone e gas nonché terminare in fretta di usare ed estrarre quel che già si usa. Entrambi obiettivi che corrispondono, in pratica, al quesito referendario.

Ovviamente, quello a cui si rinuncia, l’1-2% dei consumi, NON deve essere rimpiazzato da importazioni ma da diffusione delle rinnovabili e dal calo dell’uso dei combustibili fossili. Personalmente ho già fatto ridotto drasticamente i miei consumi ed emissioni grazie al mio impianto fotovoltaico , ad alcuni accorgimenti nei consumi per il riscaldamento domestico, che peraltro ho già spento da prima di Pasqua, alla bicicletta e all’auto ibrida, ma sono ben conscio che, anche a me, manca molto per l’obiettivo emissioni nette zero. Però iniziamo, ed è necessario!

Invito dunque ad andare a votare, anche per onore e rispetto alla Costituzione e a chi la ha scritta e voluta, comunque la pensiate andate a votare, e ad andarci a piedi o in bicicletta.

Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico.

art.48 Costituzione della Repubblica Italiana

Votiamo dunque SI e da subito dimostriamo noi per primi che possiamo rinunciare a questo 1-2% di petrolio, carbone e gas e anche ben di più, vivendo bene e vivendo anche meglio.

Luca Lombroso

l’idea di una crescita infinita o illimitata, che ha tanto entusiasmato gli economisti, i teorici della finanza e della tecnologia. Ciò suppone la menzogna circa la disponibilità infinita dei beni del pianeta, che conduce a “spremerlo” fino al limite e oltre il limite

Papa Francesco, Laudato Si

Diapositiva1

 

 

Rassegna web COP21

Rassegna web COP21

Prima, durante e subito dopo COP 21 ho consultato, dalla navigazione web e tramite i social network, decine di articoli su COP 21, diciamo “bipartisan”, entusiasti, critici, polemici, di protesta, propositivi, ecc, in italiano, inglese e in parte spagnolo e francese.

quando mi sono ricordato, ho salvato il link nei preferiti.

ne esce una articolata rassegna web, in cui si possono trovare info varie e da cui ognuno si può fare la propria idea sui risultati e sul percorso negoziale.

La metto a disposizione, fatene buon uso, ogni feedback o citazione nell’uso (anche un semplice grazie) è benvenuto! Schermata 2016-01-15 alle 23.44.08

 

indc-importa-niente-del-clima
Rating countries – Climate Action Tracker
Bhutan – Climate Action Tracker
Mexico – Climate Action Tracker
Climate Action Tracker
The COP21 Calculator | Climate-KIC
Sweltering September Sets Global Records | Climate Central
Honey, We Broke The Global Warming Graph. Again. – Greg Laden’s Blog
Why Hurricane Patricia’s Winds and Storm Surge Could Warrant “Category 7” Rating | WXshift
Clima: agricoltori Ue manifestano il 3-4 dicembre a Parigi | Con i piedi per terra
The ‘Strongest Hurricane’ In History Is Heading Towards Mexico | ThinkProgress
(False) Solutions COP21 – NCIMS
UN: Climate plans must go further to prevent dangerous warming – BBC News
The climate fact no one will admit: 2 °C warming is inevitable | New Scientist
Cyclone Chapala will dump 10 years’ worth of rain on Yemen in just 2 days
Why a 2°C Target for Paris? | Climate Central
Cop21, il Paris Agreement – Ecco i contenuti – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
Clima: miracolo diplomatico, ma ecco cosa resta da fare per salvare davvero la Terra – Repubblica.it
La magia di Parigi – Comune-info
Coal lobby chief: COP21 means ‘we will be hated like slave traders’ | EurActiv
COP 21 – Un segnale è stato dato per il futuro del Pianeta, ma si deve ancora fare molto per le popolazioni più vulnerabili – FOCSIV – Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario – Fanno parte di FOCSIV 71 organizzazioni internazionali che operano in 80 paesi del mondo
Effetto Risorse: Clima: camminare su un sentiero di montagna con gli occhi chiusi sperando che il burrone sia ancora molto lontano…
Why a 2°C Target for Paris? | Climate Central
Cop21, il Paris Agreement – Ecco i contenuti – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
Clima: miracolo diplomatico, ma ecco cosa resta da fare per salvare davvero la Terra – Repubblica.it
La magia di Parigi – Comune-info
Coal lobby chief: COP21 means ‘we will be hated like slave traders’ | EurActiv
COP 21 – Un segnale è stato dato per il futuro del Pianeta, ma si deve ancora fare molto per le popolazioni più vulnerabili – FOCSIV – Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario – Fanno parte di FOCSIV 71 organizzazioni internazionali che operano in 80 paesi del mondo
Effetto Risorse: Clima: camminare su un sentiero di montagna con gli occhi chiusi sperando che il burrone sia ancora molto lontano…
Cyclone Chapala dumps years’ worth of rain in Yemen, causing extensive damage
Lo strano ciclone che sta sferzando lo Yemen – La Stampa
Misleading U.N. Report Confuses Media On Paris Climate Talks | ThinkProgress
Scientists warned the President about global warming 50 years ago today | Dana Nuccitelli | Environment | The Guardian
Extreme Heat Is Defining Climate Change | Climate Central
Interactive slider: Before and after Cyclone Chapala’s devastating rains in Yemen – The Washington Post
New report finds human-caused climate change increased the severity of many extreme events in 2014
The Future of Climate Change Is Widespread Civil War | The Nation
Cambiamenti climatici: le buone pratiche di resilienza urbana del MIT
Attribution Studies Home in on Climate Change Signal | Climate Central
Donne e clima, questione di diritti | Vvox
Clima pazzo. Adesso salviamo la nostra Terra – La Stampa
Piketty: il clima lo paghino i ricchi  | Avvenire.it
Surging Seas: Mapping Choices
RometoParis
Cos’è lo scioglimento dei ghiacciai, in 90 secondi | LifeGate
INSIDER: Why Are INDC Studies Reaching Different Temperature Estimates? | World Resources Institute
Il segretario di Stato Usa Kerry: «Alla Cop 21 di Parigi nessun trattato vincolante» – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
Huge El Nino pushes climate toward records.
Depuis Vienne, Laurent Fabius s’est exprimé au sujet des fusillades à Paris (14.11.15) – France-Diplomatie – Ministère des Affaires étrangères et du Développement international
Attentats de Paris: la COP21 est maintenue avec un dispositif de sécurité maximal
Ségolène Royal favorable au maintien de la COP21 à Paris – Le Point
The World is Halfway to 2°C | Climate Central
Parigi, verso una Cop 21 blindata? Valls: dubbi sulla marcia per il clima del 29 novembre – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
SpeziaPolis: Gli attacchi di Parigi, l’ISIS, la guerra al terrorismo e la conferenza per il clima #COP21
COP21 Paris Climate March banned – The Ecologist
The Forgotten U.N. Climate Goal: 1.5°C | Climate Central
Conferenza delle Nazioni Unite, a Parigi, per contrastare i cam
Why A Climate Conference is a Peace Conference | Climate Denial Crock of the Week
Perché il vertice sul clima di Parigi somiglierà a un negoziato finanziario – Internazionale
Tra poco a Parigi c’è la conferenza sul clima – Il Post
France identifies over 20 key issues ahead of UN climate summit | Climate Home – climate change news
A Transitioner’s Guide to COP21 in Paris. | Transition Network
Go Home: New Zealand Deports Failed Climate Change ‘Refugee’
Se vi dicono che si può consumare di più e salvare l’ambiente, non credeteci – George Monbiot – Internazionale
Il Papa: «Una catastrofe se fallisse la conferenza sul clima di Parigi» – Il Sole 24 ORE
Capitalismo vs Clima. Un incontro col regista Avi Lewis | Associazione In Comune
Cop21 a Parigi, che cos’è la climate finance? – Wired
Cop 21 di Parigi, Commissione Ue: «Opportunità storica di evitare cambiamenti climatici pericolosi» – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
Meet the envoys with a UN climate change deal in their hands | Climate Home – climate change news
COP21: la scommessa di Parigi per il clima | COP 21 Parigi
L’appello dell’OMS (WHO): la salute al centro della #COP21 di Parigi
Altreconomia :: Clima, i 5 nodi da sciogliere a Parigi
IL CLIMA DI INDIFFERENZA CHE AVVOLGE LA CONFERENZA MONDIALE SUL CLIMA – GLI STATI GENERALI
L’intervento – Il clima è impazzito ma non abbiamo una nuova arca di Noè | Liguria | cultura | Il Secolo XIX
Il clima, Parigi e la buona volontà – IL KYOTO FISSO – Blog – Le Scienze
How to Speak Like a Climate Negotiator | Climate Central
Cop 21, la sfida di Parigi – Repubblica.it
Al via la conferenza sul clima di Parigi, 10 cose da sapere – Wired
Paris climate talks: The 2 °C limit : Nature News & Comment
Riflessioni (con carte) sul riscaldamento globale – Limes
La COP21 in sintesi | OggiScienza
Il terrorismo e la Conferenza sul Clima di Parigi | OggiScienza
Altreconomia :: Anche la guerra è nemica del clima
Comunicato stampa Fima su Marcia per il clima e Cop21 | FIMA – Federazione italiana media ambientali
COP21 – Side Event FairCarbon: ecco il programma | Italian Climate Network
Evo Morales alla Cop21: «Il capitalismo provocherà la scomparsa della vita sul pianeta» – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
10 link su ambiente e geopolitica – Limes
La più grande menzogna dei nostri tempi ansiosi – IlGiornale.it
Cop 21, per tagliare le emissioni bisogna prima abbattere l’ipocrisia – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
Clima: i giornalisti Mia Ceran ed Alessio Zucchini ad Uno Mattina deridono lo scienziato che spiega l’impatto devastante sul pianeta della produzione di carne | Vegan Lifestyle
Paris conference: The old white men and their climate scepticism are finally in retreat – Telegraph
Pope Francis: The world is near ‘suicide’ on climate change; ‘it’s now or never’ – The Washington Post
COP21 Parigi: bene risoluzione con nostri emendamenti ma il cambiamento climatico merita più risorse regionali! | Gianmarco Corbetta
Cop21 a Parigi, l’Occidente prenda Cuba come esempio – Il Fatto Quotidiano
Effetto Risorse: Clima 2015: le cose non sono messe bene!
Global warming, verdetto shock: ormai irrealizzabile l’obiettivo dei 2 gradi centigradi – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
Clima, quanto conta la politica per ridurre la CO2? Lo svela un’inedita ricerca italiana – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
Clima, quanto conta la politica per ridurre la CO2? Lo svela un’inedita ricerca italiana – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
La vera guerra da combattere è quella contro il cambiamento climatico – George Monbiot – Internazionale
Clima, tutto quello che dovete sapere sul vertice di Parigi – Repubblica.it
Infografía: Los principales grupos de negociación en la COP21 | Lima COP20 | CMP 10
Paris climate talks: The poorest countries are putting the richest to shame | Kumi Naidoo | Environment | The Guardian
The Fossil Fuel Industry Is Bankrolling the Paris Climate Talks | Mother Jones
Yeb sano
A piedi da Roma a Parigi, l’ex diplomatico diventa ambientalista – Famiglia Cristiana
As a scientist, I am ashamed at how little we are doing about climate change – Telegraph
La COP 21 e l’importanza di attivarsi per cambiare clima nella finanza. La posizione della Rete di Banca Etica | Banca Popolare Etica
Side Event – Maldive e Saint Lucia | Italian Climate Network
Rob reports from COP21 in Paris: Day Six | Transition Network
Clima, Italia come Pinocchio: 15 miliardi l’anno di sussidi alle fonti fossili – La Stampa
Side event “Deal with it: People, Rights, Justice”
Galletti a RepTv: “Clima, essere a Parigi è già una vittoria. Italia, pronti 4 miliardi” – Repubblica.it
Successo dell’evento italiano alla COP21 di Parigi | Italian Climate Network
Filipino Climate Artist on COP 21: If World Leaders Really Cared, Agreement Would Not Take 20 Years | Democracy Now!
Cop21 a Parigi, disinvestire in fonti fossili: una scelta che si sta espandendo rapidamente – Il Fatto Quotidiano
La più grande sfida del clima: lasciare il carbonio nel sottosuolo – Le Scienze
Le dieci domande (e le dieci risposte) su COP21 – La Stampa
Climalteranti.it » COP21: La prospettiva dei piccoli stati insulari
Pledge Signed to Make All New Passenger Vehicles Zero Emissions by 2050
International ZEV Alliance Announcement | The International Zero-Emission Vehicle Alliance
Rob reports from COP21 in Paris: Day Seven. | Transition Network
Franco Prodi: “La Cop21 importante ma si focalizza soltanto sulla Co2. E intanto la terra viene saccheggiata”
Le proposte di Naomi Klein alla conferenza di Parigi – Internazionale
America Is the Biggest Problem at the Climate Talks | Mother Jones
Yeb Saño and the Fast for the Climate Movement at COP21
Uruguay Makes Dramatic Shift to Clean Energy | Climate Central
Nearly 200 Nations Agree On Climate Change Draft Plan At Paris Summit : The Two-Way : NPR
Flickr
In calo emissioni globali di CO2 nel 2015, è prima volta mentre Pil cresce – Inquinamento – ANSA.it
Climate coalition breaks cover in Paris to push for binding and ambitious deal | Environment | The Guardian
COP21 by numbers – POLITICO
» New Agreement Infographic
IndyAct | News | “Saudi Arabia Abandoning Vulnerable Countries in Paris Climate Talks According to IndyACT FT Advert”
Salvare il clima? E’ anche una questione di soldi – La Stampa
Tecnologia e finanza: le chiavi per il successo della COP21 | COP 21 Parigi
Scientists: 1.5C warming limit means fossil fuel phase-out by 2030 | Climate Home – climate change news
COP21: ‘Fireworks’ expected as new climate text published – BBC News
Ridurre del 30% il consumo di carne significa abbattere del 15-24% l’emissione di gas serra in Europa – 24Emilia
Scientists: 1.5C warming limit means fossil fuel phase-out by 2030 | Climate Home – climate change news
The seven dimensions for action on climate change | Guardian Sustainable Business | The Guardian
Tecnologia e finanza: le chiavi per il successo della COP21 | COP 21 Parigi
Quanto pesano le donne ai negoziati del clima? | COP 21 Parigi
Cambiamento Climatico: Genesi e Impatti : micron
Conflitto d’interesse sul clima | TERRA TERRA ONLINE | Cronache da un pianeta in bilico
Paris climate deal must ensure respect for human rights: U.N. | Reuters
Voglia di neve
Clima: l’accordo di Parigi contiene una grande ingiustizia – Viaggio nell’Italia che… Cambia!Viaggio nell’Italia che… Cambia!
COP21 Q&A: What Is GHG Emissions Neutrality in the Context of the Paris Agreement? | World Resources Institute
Paris climate deal must ensure respect for human rights: U.N. | Reuters
As it happened: Paris COP21 climate talks run into overtime | Climate Home – climate change news
Last call from Catholic development agencies before the end of COP 21
COP21: Climate deal final draft ‘agreed’ in Paris – BBC News
» We Evaluate Final Text – Infographic!
Wwf: «COP21, dalla bozza di accordo di Parigi segnali positivi» – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
CLIMATE BRIEF-India, Brazil, Venezuela climate delegates back draft accord
Side Event – Allevamenti e Clima | Italian Climate Network
Grand promises of Paris climate deal undermined by squalid retrenchments | Environment | The Guardian
Saudi pilot carbon storage project may boost recovery rates at giant oilfield
Clima, a Parigi l’accordo c’è Tra dubbi, «ma» e «però» – Corriere.it
Cop21, ecco come salvare il Pianeta – La Stampa
Paris climate talks: governments adopt historic deal – live | Environment | The Guardian
Cop21, arriva la firma. Fabius: “L’aumento della temperatura sarà mantenuto entro 1,5 gradi” – Repubblica.it
James Hansen, father of climate change awareness, calls Paris talks ‘a fraud’ | Environment | The Guardian
Nations Approve Landmark Climate Accord in Paris – The New York Times
In Historic Paris Climate Deal, World Unanimously Agrees To Not Burn Most Fossil Fuels | ThinkProgress
Cop21, ecco di cosa parla l’accordo di Parigi sul clima – Wired
James Hansen, father of climate change awareness, calls Paris talks ‘a fraud’ | Environment | The Guardian
Cop21: l’accordo di Parigi non ci salverà dal Climate Change | Marica Di Pierri
Accordo sul clima, un disastro e un successo insperato | QualEnergia.it
Grand promises of Paris climate deal undermined by squalid retrenchments | Environment | The Guardian
350.org – The Paris Agreement, and What the Future Holds
Da Parigi, un storico Accordo sul Clima | COP 21 Parigi
The Paris agreement signals that deniers have lost the climate wars | Dana Nuccitelli | Environment | The Guardian
Cosa prevede l’accordo sul clima approvato a Parigi – Internazionale
Unimore alla recente Conferenza sul Clima COP21 | Sassuolo 2000
Cronaca. Cop21, Mercalli: E’ solo aspirina, non basta a curare clima – LaPresse
Cop21 a Parigi, è arrivato l’accordo: bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto? – Il Fatto Quotidiano
L’accordo di Parigi sul clima: un evento storico? | Scienza in Rete
The Paris Agreement: 10/10 for presentation; 4/10 for content. Shows promise … | kevinanderson.info
Clima, l’accordo di Parigi è un passo storico – 24Emilia
Marchionne: “Da Parigi una sfida, l’industria dell’auto rispetterà i limiti” – Repubblica.it
Liberiamo le strade dalla Co2, con i motori elettrici è possibile – Repubblica.it
Myles Allen: Can we hold global temperatures to 1.5C? – Carbon Brief
COP21: l’importanza dell’educazione | Italian Climate Network
Marshall Islands 18-year-old thanks UN for climate pact | Climate Home – climate change news
Cambiamenti climatici: l’Italia come l’Africa – Protezione Civile, Il Giornale della
Myles Allen: Can we hold global temperatures to 1.5C? – Carbon Brief
EmiliaRomagna Meteo – Luca Lombroso alla Cop21 di Parigi: “passo storico”. Il racconto
Cop21: dai primi 25 anni ai secondi 25 anni di negoziato climatico – Sinistra Ecologia Libertà
Una discutibile sentenza di primo grado e mezzo | stop fonti fossili!
Accordo Cop21: punti positivi, ma per la sfida del clima servono tagli quantificati | QualEnergia.it
L’accordo di Parigi, al di sotto del minimo comune denominatore | QualEnergia.it
Prospettive economiche – Clima, ecco che cosa cambierà in Italia dopo l’accordo | italia | Il Secolo XIX
No, The Paris Climate Agreement Isn’t Binding. Here’s Why That Doesn’t Matter. | ThinkProgress
UN chief thanks civil society for its role in Paris Agreement
La magia di Parigi – Comune-info
Cop21, Cospe e Fairwatch critiche sull’accordo: «Occasione persa» – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
Una tecnica di discussione africana ha salvato la conferenza sul clima? – Il Post
Good job, humans: The oceans now contain 5 trillion pieces of floating plastic – The Washington Post
Climate talks turn to South African indaba process to unlock deal | Reuters
Paris climate pact sinks coal stocks, lifts renewable energy | Reuters
Renewable Energy After COP21: Nine issues for climate leaders to think about on the journey home Post Carbon Institute
Renewable Energy After COP21: Nine issues for climate leaders to think about on the journey home Post Carbon Institute
Effetto Risorse: Clima: camminare su un sentiero di montagna con gli occhi chiusi sperando che il burrone sia ancora molto lontano…
COP21 sul clima: un mondo più pulito dipende anche dalle nostre scelteViaggio nell’Italia che… Cambia!
COP21, COS’è? GLI 8 PUNTI PER CAPIRE I NEGOZIATI SUL CLIMA DI PARIGI – GLI STATI GENERALI
Il degrado dei ghiacciai: ultima chiamata per evitare rischi incalcolabili? | COP 21 Parigi
How the buildings we live in add to the threat from global warming – LA Times
Il clima di Parigi: le aspirazioni e la realtà – IL KYOTO FISSO – Blog – Le Scienze
COP21: non si salvano così il clima e la dignità umana | Clima – ilCambiamento.it
Climalteranti.it » La sostanza dell’Accordo di Parigi
La svolta c’è stata : micron
Parigi COP21, passiamo dalle parole ai fatti
Conozca el nuevo acuerdo universal sobre el cambio climático – ramcc.net
Arctic News: Paris Agreement
Arctic News: Paris Agreement
Publicity and promotional material | Copernicus Climate Change Service
Road to Paris: From Paris to a Fossil-Free Future | Health Care Without Harm
5 maneras en que el acuerdo histórico sobre el clima tiene impacto en América Latina – ramcc.net
Il salto nel futuro della Cop21. Via alla corsa per fermare il disastro climatico – Repubblica.it
Cop21, per esperti intesa non funzionerà: “Obiettivi timidi, accordo non vincolante, nessuna sanzione per chi non lo rispetta” – Il Fatto Quotidiano
Effetto Risorse: Dopo la COP21 di Parigi: cinque scenari per il futuro
Se litigate troppo fate come gli zulu: provate l’indaba – Corriere.it
A passo di gambero: l’Italia plaude alla Cop21, ma arrivano retromarce sulla green economy – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
Huge El Nino pushes climate toward records.
What the UN Climate Conference Means for Snowboarding | TransWorld SNOWboarding
Il salto nel futuro della Cop21. Via alla corsa per fermare il disastro climatico – Repubblica.it
Nimbus Web Attualità
COP21 | Plus de détails sur l’accord
Verso Parigi e la COP21 | Flanet.org
Interactive map: Historical emissions around the world – Carbon Brief
La diplomazia dell’Indaba, una lezione africana – Rai News
STATEMENT: COP21 Delivers “Historic” Climate Agreement in Paris | World Resources Institute
Cop21: un buon accordo, senza “ben altro” – Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile
COP21, alla fine non tutto è concluso – Focus.it
Climalteranti.it » Accordo di Parigi: consigli di lettura.
INSIDER: An Enhanced and Effective Framework for Transparency and Accountability in the Paris Agreement | World Resources Institute
How cycling could help the Paris climate talks change the world | Environment | The Guardian
Happy New Year 2016 – Climate change Paris – YouTube
Cop21: l’accordo di Parigi ha qualcosa di tricolore – Il Fatto Quotidiano
Effetto Risorse: James Hansen, padre della consapevolezza del cambiamento climatico, definisce le trattative di Pargi “Una frode”.
Clima, gli impegni non basteranno – Linkiesta.it
Rivincite vere e false – Le Scienze
L’Accordo di Parigi sul clima del 2015 alla COP21
L’Accordo di Parigi sul clima – Traduzione italiana e commento di Valentino Piana (Copertina morbida) – Lulu IT
Rassegna stampa aggiornata COP 21 |
Luca Lombroso a tu per tu con gli studenti «Ragazzi, meno consumi e più info» – Cronaca – Gazzetta di Modena
“Da Parigi a Modena”: incontro pubblico con Luca Lombroso per parlare di clima – Protezione Civile, Il Giornale della

Schermata 2016-01-15 alle 11.31.06.png